Eboli, fa esplodere botto illegale: ragazzino perde occhio e mano

L’episodio stamattina in via san Berardino

Prima vittima dei botti di capodanno in Campania. A.L., un 13enne di Eboli, nel Salernitano, è rimasto gravemente ferito nell’esplosione di un botto illegale che aveva acceso: ha perso l’occhio e la mano sinistra. Il ragazzino ha riportato gravi ustioni anche alla mano destra. L’episodio è accaduto alle 10 di questa mattina. A.L. si trovava in via san Berardino con un gruppo di amici: ha acceso la miccia del botto ma non è riuscito ad allontanarsi. Violentissima l’esplosione, che ha fatto scendere in strada decine di residenti. Il 13enne è stato soccorso e trasportato all’ospedale di Eboli e poi al Ruggi d’Aragona di Salerno, dove è ricoverato  in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. L’esplosione ha ferito anche un altro 13enne, portato all’ospedale di Eboli dove è stato giudicato guaribile in pochi giorni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest