Colpito da proiettile alla testa, è morto il giovane ferito a Marano

Il 25enne Enrico Pezzella è spirato dopo il ferimento in strada dell’8 aprile. Accusato di omicidio l’ex suocero. Si cerca un complice

Aveva bisogno di un nuovo intervento ma il cuore non ha retto. Enrico Pezzella è morto nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale Santa Maria delle Grazie, a Pozzuoli. Il 25enne era stato raggiunto da un proiettile alla tempia lo scorso 8 aprile, in una strada di Marano. Da quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione, è stato il padre della ex fidanzata ad affrontarlo ed aprire il fuoco al culmine di una violenta lite. Sottoposto a un intervento chirurgico alla testa, il giovane non ha più ripreso conoscenza. Le sue condizioni sono peggiorate fino all’epilogo. Il 9 aprile è finito in manette Raffaele Bacioterracino, 50 anni, commerciante.   Le indagini dei militari sono ancora in corso in quanto per identificare un’altra persona che avrebbe preso parte al ferimento.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest