Circumvesuviana, treno guasto da un’ora: passeggeri a piedi in galleria

Il gesto dei viaggiatori esasperati nel tunnel di Pozzano, fra Vico Equense e Castellammare di Stabia

Il treno della Circumvesuviana Eav è guasto da oltre un’ora, nella tratta fra Vico Equense e Castellammare di Stabia. E i passeggeri scendono dal convoglio esasperati, per avviarsi a piedi nella galleria di Pozzano. Questo mostra il video sull’ultimo disservizio del trasporto pubblico locale in Campania. “Dopo mesi di sterile propaganda politica sui trasporti – afferma Adolfo Vallini dell’esecutivo provinciale Usb-, in cui il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, insieme ai suoi fidi giullari di corte ha inaugurato di tutto, dalle stazioni ritinteggiate alle scale “immobili” di Scampia, l’Eav corre ai ripari e decide di attuare per domenica prossima un servizio sperimentale sulla Circumvesuviana. Da domenica, quindi, saranno soppresse intere linee, ghettizzando ulteriormente alcuni territori a discapito di altri, pur di recuperare qualche Etr da utilizzare sulla tratta Napoli – Sorrento. Sono anni che i cittadini sono costretti a viaggiare in condizioni disumane, ammassati come delle sardine. Ritardi, soppressioni, lunghe attese alle fermate, mista ad una percezione di insicurezza generalizzata presente all’interno delle stazioni, scandiscono le giornate di migliaia di utenti costretti ad utilizzare i mezzi Eav per andare a scuola, al lavoro o semplicemente per svago”. Il sindacalista parla di “una scelta dettata dalla incapacità dimostrata dal management di ammodernare, nei tempi previsti, la linea ferroviaria e i treni”.

 

“Non possiamo restare in silenzio – aggiunge Vallini – mentre assistiamo allo spreco di milioni di euro di risorse pubbliche, soldi dei cittadini, utilizzati in malo modo, generando disagio sociale e dividendo i cittadini tra quelli di serie A e quelli di serie B. Veder passare i treni vuoti del Campania Express mentre i cittadini sono vittime di snervanti attese è una ingiustizia sociale che non possiamo tollerare prima come cittadini e poi come lavoratori del settore. Il trasporto pubblico locale è un bene comune e come tale da difendere, anche fisicamente, sottraendolo dalle mani degli speculatori e venditori di fumo messi dalla politica a gestire fabbriche di consenso per un ritorno elettorale”. Mariateresa Imparato, presidente di Legambiente Campania, commenta: “Dopo l’ennesimo guasto con il conseguente viaggio brivido all’interno della galleria verso Pozzano, la situazione della Circumvesuviana è al capolinea. Una vesuviana colabrodo che fotografa incapacità e inefficienza  della classe politica sul fronte del trasporto pubblico”. L’esponente ambientalista sentenzia: “Un ente che potenzia le corse per i turisti per la penisola Sorrento a discapito o meglio sopprimendo quelle dei pendolari  sulla linea di Poggiomarino, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Una guerra tra poveri con unica vittima gli utenti pendolari”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest