Carceri campane, sos sindacati penitenziaria: “Rischio Covid-19, stop mense di servizio”

La richiesta dei segretari regionali di Osapp, Sinappe e Fns Cisl

Chiudere le mense di servizio nei penitenziari, buoni pasto al personale di Polizia Penitenziaria. La richiesta anti contagio arriva dai sindacalisti di categoria Vincenzo Palmieri (Segretario Campania Osapp), Pasquale Gallo (Segretario Campania Sinappe) ed Ernesto Strino (segretario Campania Fns Cisl). “Le scriventi organizzazioni sindacali – si legge nella nota inviata alla Regione, al Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria e al Dap-, hanno appreso la recente decisione del Capo Dap del 19 marzo 2020 riguardante la chiusura delle sale convegno bar e spacci degli istituti penitenziari nell’intero territorio nazionale, in applicazione delle disposizioni contenute nel Dpcm del 09 e 11 marzo 2020, dove erano ricomprese anche le mense, stante il perdurare dell’emergenza sanitaria determinata dall’epidemia del Covid 19 e dalle misure ancora più stringenti rafforzate dal D.L. del 17 marzo 2020 n. 18. Ora se pur necessaria e non più differibile tale scelta, non appaiono chiare le motivazioni che hanno determinato la decisione di escluderle e lasciarle funzionanti negli istituti penitenziari, al momento appare utopistico rispettare quanto gli stessi Decreti e le molteplici ordinanze emanate dai Governatori Regionali, per continuare a garantire l’operatività di simili servizi su base contrattuale, difatti appare lampante l’impossibilità a rispettare il metro di distanza interpersonale nello stazionamento, nelle code, esiguità degli spazi, tempi di attesa, tavoli multipli con quattro sedute e non in ultimo il rigoroso rispetto delle norme igienico-sanitario da adottare sulle superfici dei tavoli etc…”. Per analogia, i sindacati ritengono debbano essere chiuse anche le mense, “con l’attribuzione del buono pasto agli aventi diritto, poiché come già detto, gioco forza per ragioni di servizio, sono luoghi di raggruppamenti di Poliziotti Penitenziari e del personale civile delle funzioni centrali comparto ministeri”. Quest’ultimi “anche loro fruitori della consumazione dei pasti presso le mense di servizio – aggiunge la nota-, dove vi è un potenziale ed elevato rischio di contrarre o trasmettere possibili contagi, pur consci e consapevoli del grave disagio per i Poliziotti Penitenziari che sicuramente comprenderanno il delicato momento poter tutelare la salute di tutti”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest