Caos case popolari, de Magistris promette tolleranza zero per gli illegali: “Ci sono agitatori”

Il sindaco di Napoli: “Questo percorso non porterà nessuno in mezzo alla strada. Chi si vuole regolarizzare lo può fare, chi ha abusato in modo evidente di situazioni di cui non doveva abusare, potrà mettersi in regola, per chi è in situazioni di particolare illegalità non ci sarà nessun tipo di tolleranza. Questa è anche la città dove la malavita organizzata ha sfruttato alloggi e le persone che ci sono all’interno”

“Questo percorso non porterà nessuno in mezzo alla strada. Chi si vuole regolarizzare lo può fare, chi ha abusato in modo evidente di situazioni di cui non doveva abusare, potrà mettersi in regola, per chi è in situazioni di particolare illegalità non ci sarà nessun tipo di tolleranza. Questa è anche la città dove la malavita organizzata ha sfruttato alloggi e le persone che ci sono all’interno. È arrivato il momento che questa amministrazione, che è l’amministrazione della legalità e dei dritti, faccia luce”. Dopo una mattinata ad altissima tensione in consiglio comunale, de Magistris interviene sul caos case popolari a Napoli. “Mi sentirei di tranquillizzare le persone che non hanno fatto niente di male – afferma il sindaco – Sicuramente c’è preoccupazione, che io trovo legittima da parte di alcune persone, meno da parte di altri che strumentalizzato e sicuramente va censurata ogni forma di violenza e di aggressione, di minaccia o di intimidazione”. “Si è deciso – spiega – di metter norma e ordine in un tema così complesso e delicato delle case e dei condoni. Questo consente a persone che hanno legittime preoccupazioni di stare tranquillissime. Questa è l’occasione per uscire dalla precarietà e dalla strumentalizzazione politica, come qualche consigliere di turno cerca di fare. Vicino alle preoccupazioni legittime vedo qualche agitatore politico che non è uno stinco di Santo”.

(Video Ufficio Stampa Comune di Napoli)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest