Campania, il governatore De Luca: “de Magistris manda fumo con la manovella”

Si annuncia una lunga campagna elettorale per le regionali a colpi di insulti

E’ scontro istituzionale permanente tra il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Linguaggio duro, accuse pesanti, insulti,  parti integranti di una lunga campagna elettorale per le regionali mentre si moltiplicano i problemi reali dei cittadini campani e napoletani. Aumentano disoccupazione, precarietà, povertà. Il diritto alla salute viene messo in discussione ogni giorno. Il trasporto locale è praticamente sfasciato. Problemi che meriterebbero essere affrontati con una efficace collaborazione istituzionale. Invece, gli assessori della giunta di Palazzo Santa Lucia e i componenti del governo cittadino di Palazzo San Giacomo da tempo non si incontrano, prevale lo scontro, il muro contro muro, la politica del “tanto peggio, tanto meglio”.  Oggi il Governatore ha sferrato un duro attacco all’ex Pm  prendendo come riferimento il caso di Francesco Della Corte, la guardia giurata brutalmente uccisa da una banda di ragazzini, ha sottolineato che a Napoli “c’è un clima di violenza che si è diffuso in questi anni con le baby gang, la criminalità organizzata, e poi c’è chi si balocca con queste bande di violenti e non ha il coraggio di dire una parola chiara. Quando c’è la violenza si fa muro, non si discute. Invece a Napoli c’è qualcuno che continua a fare demagogia invece di risolvere i problemi”.   “Se non ci fosse stata la Regione Campania, Napoli sarebbe sprofondata, mi aspetto sempre che qualcuno dica grazie”, ribadisce De Luca. “È arrivato il tempo di fare le cose serie, di amministrare – ha concluso De Luca – Siccome c’è chi non fa nulla, manda fumo con la manovella per dirla con un nostro detto, crede di darsi importanza litigando con me, io tempo da perdere non ne ho”.

                                                                                                                   Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest