Fiumi esondati ed allagamenti nelle altre province. In arrivo mezzi e volontari dalle altre regioni

NAPOLI – In Campania la Protezione civile regionale annuncia la proroga fino a domani della allerta meteo, sottolineando che la situazione rimarrà critica nel Sannio. In queste ore i soccorsi si stanno concentrando nell’area Asi di Benevento, nei comuni di Torrecuso, Ponte, Paupisi, Castelpagano, Baselice, Cerreto Sannita, Colle Sannita e Fragneto Monforte. Frane e allagamenti sono segnalati in vaste aree della provincia di Benevento.

Sul posto stanno intervenendo gli uomini della Protezione Civile della Regione Campania, del Genio civile e dell’Agenzia regionale per la Difesa del suolo. Oltre 200 i volontari regionali impegnati. La viabilità è fortemente compromessa. Si lavora con pale meccaniche, bob cat, moduli idrogeologici e macchine per il movimento terra. Sono in arrivo uomini e i mezzi richiesti dalla Regione al Dipartimento della Protezione civile che ha attivato, dalla serata di ieri, risorse aggiuntive del Sistema Nazionale della protezione civile attraverso le colonne mobili delle Regioni Marche, Toscana e Umbria. Si tratta di 54 volontari appartenenti alle organizzazioni nazionali Anpas, Misericordie, Ana, Cisom, Anai e Vab, cui si aggiungono 54 tra volontari e funzionari della colonna mobile della Regione Marche, 35 di quella toscana e 30 di quella umbra. Con loro, volontari e tecnici portano oltre 90 mezzi, tra idrovore, idropulitrici, motopompe, elettropompe, pale meccaniche, fuoristrada, mezzi e automezzi di supporto alle attività. Per tutta la notte, attraverso il centro funzionale della Protezione civile, è stato tenuto sotto stretta osservazione il livello dei corsi d’acqua. Osservati speciali il Tammaro alla confluenza col Calore, dove inisiste la zona Asi.

 

NAPOLI – Pesante la situazione in provincia di Napoli. A Nola, per l’esondazione dell’alveo Quindici, nell’area alla foce del Sarno a Castellammare e nell’agro nocerino sarnese. C’è però anche chi riesce a ironizzare, come il giovane che a Saviano, nel Nolano, rema su un canotto per le vie cittadine (nella foto). Nell’area flegrea La pioggia battente delle ultime ore ha provocato allagamenti di locali seminterrati e al piano terra nel centro storico di Quarto (NAPOLI) nell’area flegrea. Un fiume di acqua e fango ha invaso la parte bassa della cittadina flegrea creando notevoli disagi ai residenti e a tutte le attività commerciali. La pioggia copiosa non ha risparmiato la linea ferroviaria della Circumflegrea che ha subito ritardi nei collegamenti tra Quarto ed il capoluogo. I disservizi sono stati denunciati dai pendolari. Chiusa alla circolazione veicolare nella tarda mattinata la galleria di Campiglione per l’allagamento della sede stradale. I collegamenti tra Pozzuoli, Monterusciello e Quarto, sono stati deviati sulla parallela via Campana e sulla variante Anas SS 7 quater. Sotto osservazione a Quarto le vasche di raccolta delle acque meteoriche di via Cuccaro e di località Cocci e Paratine che già la scorsa settimana costituirono fonte di alta criticità.

 

SALERNO – Allagamenti segnalati a Scafati per l’esondazione della Solofrana, ed anche sul litorale di Pontecagnano-Battipaglia dove i vigili del fuoco hanno operato diversi interventi per recuperare automobilisti in difficoltà.

(Foto Peppe Vj/Facebook)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest