Bomba d’acqua su Napoli: alberi crollati, cede tettoia

Arbusti sradicati dalla furia del maltempo in via Tasso e al Parco Grifeo. Giù un soppalco in via Pignasecca. Allerta meteo prorogata fino alle 6 di domenica

Bomba d’acqua su Napoli, poco prima delle 13 di oggi. Lo scenario è quello ormai abituali. Come segnala la pagina Facebook del Premio GreenCare, ci sono alberi crollati in via Tasso (nella foto), fra il Vomero e Chiaia, e al Parco Grifeo al corso Vittorio Emanuele. Un altro albero è caduto nella parte alta di via Scarlatti, al Vomero, danneggiando un’auto parcheggiata. La scena peggiore, tuttavia, in via Pignasecca, nel popolare quartiere Montesanto. I resti di un soppalco, forse una tettoia o una veranda volata da uno dei palazzi prospicienti, hanno invaso di detriti pericolosi un tratto della strada. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Al momento non risultano feriti in città.

Allerta meteo prorogata. La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato la vigente allerta meteo fino alle 6 di domenica mattina sull’intero territorio regionale. Fino alle 6 di domani, sabato 26 settembre, il livello di criticità idrogeologica dovuto all’intensità dei temporali è di colore Arancione (ad eccezione per la zona 4, Alta Irpinia e Sannio per la quale vige il Giallo). Dalle 6 di domani mattina e fino alla stessa ora di domenica 27 settembre il livello di allerta per l’intero territorio regionale diviene Giallo.
Da domani mattina, infatti, le precipitazioni diverranno sparse anche carattere di rovescio o isolato temporale, e andranno ad attenuarsi a partire dal pomeriggio. I venti saranno occidentali localmente forti con raffiche.Il mare si presenterà agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.
La Protezione civile ricorda agli enti competenti di mantenere attive tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni in atto e previsti fino alla mattina di domenica con riferimento ai fenomeni di dissesto idrogeologico e alla corretta tenuta delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso. Si ricorda che saranno ancora possibili anche in assenza di precipitazioni, caduta massi in più punti del territorio e occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, a causa degli effetti indotti dagli incendi boschivi verificatisi sul territorio regionale e per effetto della saturazione dei suoli dovuta alle piogge di queste ore.

(Foto Premio GreenCare/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest