Bassolino: “Resto in corsa per fare il sindaco di Napoli”

Diffuso un appello firmato da ex amministratori nostalgici

Bassolino va avanti e respinge al mittente l’invito arrivato dai vertici del Pd di ritirare la candidatura a sindaco di Napoli e appoggiare Gaetano Manfredi candidato del centro sinistra.

L’ex presidente della Regione Campania ha confermato di continuare la corsa per raggiungere la poltrona di Palazzo San Giacomo rilasciando una dichiarazione a Omnibus su La 7. “Ho ringraziato il segretario Enrico Letta per le parole che ha voluto dire su di me e sulla mia storia. Per quanto riguarda le prossime elezioni comunali, io mi sono candidato più di tre mesi e mezzo fa e mi sono candidato sulla spinta di molti cittadini, ho sentito di fare questa scelta come un dovere civico, di mettermi a disposizione della città , e tutti i giorni faccio incontri, voglio cercare di costruire un ‘patto con Napoli’, con la città , e quindi io vado avanti su questa strada con piena convinzione“.

Sul debito poi Bassolino dice: “Il debito è grande e, intendiamoci, oltre al debito è la macchina comunale che è messa male. La città vive una situazione molto difficile. Ma se lei me lo chiede io rispondo che mi sono candidato appunto per tutto questo. E’ doveroso – aggiunge Bassolino – cercare di affrontare queste difficoltà , lo dico sinceramente, se fosse stato semplice me ne sarei stato tranquillo e non ci sarebbe stata neanche la spinta di tante e tanti cittadini. Penso che nelle prossime settimane e prossimi mesi governo e parlamento approntino alcune misure, qualcuna vi è già stata, per Napoli e per altri comuni in difficoltà . E poi bisognerà  continuare, e anzi, poichè la risalita sarà  lunga, spetterà  proprio al nuovo sindaco e in modo autorevole, con il governo Draghi nel suo insieme e in particolare con il presidente del consiglio Mario Draghi, portare avanti un’intesa politica e una piena collaborazione per uscire dalle difficoltà”.

Stamattina è arrivato un appello alla candidatura dell’ex governatore della Campania ed ex sindaco di Napoli da parte di alcuni nostalgici ex amministratori della provincia partenopea degli anni ’90 tra i quali gli ex sindaci Michele Caiazzo, Leopoldo Spedaliere, Sergio Troiano e gli ex consiglieri Mimmo Pinto, Antonio Giordano, Franco Martinelli, Guglielmo Allodi

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest