Barcellona, catturato all’aeroporto latitante del clan Mariano

Il 41enne Antonio Castaldo ritenuto affiliato alla storica cosca dei Quartieri Spagnoli era irreperibile da settembre dopo essere sfuggito a un maxi blitz

BARCELLONA – Era alla macchia da settembre, quando si era sottratto alla cattura perché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere. Catturato, in Spagna, il 41enne Antonio Castaldo, latitante ritenuto affiliato al clan Mariano dei Quartieri Spagnoli. Il ricercato aveva trascorso questi mesi tra Amsterdam, Londra e Barcellona. Proprio nella città catalana è stato arrestato presso l’aeroporto internazionale El Prat, grazie alla collaborazione tra i carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli, servizio di cooperazione internazionale di polizia e polizia spagnola. Castaldo. Castaldo deve rispondere di associazione di tipo mafioso, detenzione illecita di sostanze stupefacenti, detenzione e porto abusivi di armi comuni e da guerra e ricettazione.

Sfuggi al maxi blitz che lo scorso 18 settembre portò all’arresto di 43 persone tra Napoli, Caserta e Milano. I militari della sezioni catturandi di Napoli sono arrivati sulle tracce di Castaldo proseguendo sullo stesso filone investigativo che, il 16 dicembre scorso, aveva portato alla cattura di un altro latitante, Pasquale Brunese, ritenuto contiguo al clan De Luca-Bossa, rintracciato e arrestato anche lui in Spagna, a Valencia. Castaldo è trattenuto in un istituto penitenziario spagnolo in attesa di estradizione.

 

 

castalado_antonio_latitante_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest