Alternanza scuola-lavoro, a Napoli blitz da Mc Donald’s: “L’accordo col Miur per sfruttare gli studenti”

Fuorigrotta, sul locale affissi striscioni di protesta del Coordinamento studenti flegreo: “Smascherata la logica di aziendalizzazione e sfruttamento, 200 o 400 ore obbligatorie di lavoro non retribuito”

Nel mirino degli studenti il McDonald’s di Fuorigrotta. A Napoli blitz del Coordinamento studenti flegreo, per protestare contro l’accordo tra Miur e il colosso del fast food per l’alternanza scuola-lavoro, i 10mila percorsi per scolari delle delle superiori. Sulla falsariga di quanto avviene in altre città italiane, stanotte gli studenti hanno apposto striscioni contro l’intesa. “Sono ormai anni – afferma il Coordinamento – che portiamo avanti la battaglia contro la Buona Scuola e sappiamo che accordi del genere smascherano la logica di aziendalizzazione e sfruttamento su cui si basa la riforma, mentre il governo continua a raccontarci la favola della formazione e dell’esperienza. È questo il futuro a cui ci abituano con le 200 o 400 ore obbligatorie di lavoro non retribuito. Noi non ci stiamo!”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest