Agguato a Scampia, ucciso giovane

La vittima colpita al volto dai proiettili è spirata poco dopo in ospedale

NAPOLI – Agguato in serata nel rione Don Guanella a Scampia. A cadere sotto il fuoco dei killer il 25enne Giuseppe Calise, colpito al volto e spirato poco dopo all’ospedale San Giovanni Bosco.

 

LE INDAGINI – Al San Giovanni Bosco la vittima è giunta in condizioni disperate, trasportata da un amico che diventa testimone chiave dell’agguato. Un’esecuzione a cui tuttavia il giovane dice di non aver assistito. Giuseppe Calise, noto alle forze dell’ordine, è stato ucciso con colpi di pistola sparati da distanza ravvicinata. Secondo la polizia i sicari lo hanno sorpreso mentre era bordo di un’automobile parcheggiata ai bordi della strada. Parlava al telefono con l’amico che stava acquistando delle pizzette da mangiare insieme. Durante la conversazione, l’amico di Calise, stando al suo racconto, non ne ha più sentito la voce. Ha raggiunto l’auto e ha trovato il giovane ferito al volto. Si è quindi posto alla guida della vettura e ha raggiunto l’ospedale. Ma l’amico ha riferito agli investigatori di non aver visto i killer e di non aver assistito al delitto.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest