Afragola: estorsioni ad un bar, fermato 22enne

Santo Tessitore è ritenuto esponente del gruppo camorristico Nobile

Facendo leva sulla sua appartenenza al gruppo Nobile, avrebbe imposto da oltre un anno il versamento di 500 euro a cadenza mensile, consumazioni gratis e l’elargizione di contanti da giocare ai videopoker installati nel bar. Ad Afragola i carabinieri hanno sottoposto a fermo Santo Tessitore, 22enne già noto alle forze dell’ordine, ritenuto elemento di spicco del gruppo camorristico Nobile attivo ad Afragola e nei comuni limitrofi. Tessitore è ritenuto responsabile di concorso in estorsione, minaccia, percosse e danneggiamento. E’ stato identificato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna come il presunto autore di una richiesta estorsiva al titolare di un bar della città.  Il 22enne è stato portato al carcere di Poggioreale. Tessitore è considerato uno degli uomini fidati di Antonio Nobile, 67enne afragolese ritenuto il capo del clan, sottoposto a fermo dai Carabinieri lo scorso 29 ottobre. Anche nei confronti di Nobile, il gip aveva convalidato il fermo e disposto la sua custodia in carcere.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest