Vigilia di Pasqua da dimenticare per correntisti Bnl: conti correnti svuotati, addebiti multipli

Lunghe ore di caos

Una bruttissima vigilia di Pasqua per i correntisti di Bnl, del gruppo Bnp Paribas. Questa mattina molti hanno lanciato l’allarme sui social media poiché hanno notato il malfunzionamento nella gestione del proprio conto. Alcuni clienti si sono ritrovati con addebiti multipli sul conto corrente, alcuni dei quali hanno azzerato i risparmi o addirittura portato a un saldo negativo. Disagi in tutta Italia.

Tra le segnalazioni c’è anche quella di un avvocato di Catania, che ha scritto una pec alla propria filiale. “Vi informo di aver riscontrato nove (9) addebiti non autorizzati sul mio conto, ciascuno di euro 140, indicati come “spese utenze”. Nonostante abbia tentato di contattarvi al numero 060 060, ripetutamente sin dalle ore 8:00 del mattino, selezionando l’opzione 1 per emergenze (“blocco conti e carte e segnalazione frodi”), non sono riuscito a stabilire un contatto con i vostri operatori, situazione che considero molto grave, in quanto tale servizio dovrebbe garantire assistenza immediata per qualsiasi esigenza di natura emergenziale da parte del cliente. Pertanto, considerando la prossimità delle festività pasquali, richiedo il riaccredito immediato delle somme indebitamente addebitate senza nessuna autorizzazione, auspicando che simili disguidi non si verifichino più in futuro”.

n cliente di Catanzaro si è visto addebitare nove spese sul proprio conto per due rate in scadenza oggi. Quando si è reso conto dell’accaduto, ha postato l’accaduto su Facebook. “Nel giro di pochi minuti”, ha raccontato, “sono stato inondato di messaggi simili da parte di altre persone che si trovavano nella stessa situazione. Almeno un centinaioMi è stato addebitato un totale di 9 volte, superando l’importo di 5.000 euro, lasciandomi praticamente al verde. Al momento non posso utilizzare la mia carta di credito e i negozi saranno chiusi domani e lunedì, non potrò nemmeno fare la spesa. Nessuno risponde al numero verde del servizio clienti. Puoi quindi immaginare il disagio che sono costretta a sopportare. È inaccettabile“.

Altre segnalazioni parlano di addebiti di 10 rate in una volta. “Nove volte l’addebito del pagamento utenze”, “A me 9.403 euro di prestito” raccontano sui social i correntisti. Altri casi riguardano somme più limitate, come gli addebiti per le spese trimestrali legate ai costi fissi. Decine di euro moltiplicate per nove o dieci volte. 

Il panico. In alcune circostanze i disagi (e lo spavento) sono durati poche ore. Per altri correntisti, invece, il conto è rimasto in rosso in attesa che verifiche e interventi facciano il loro corso.  

“Ci sono stati segnalati una serie di comportamenti “anomali” che stanno devastando l’esistenza di tante famiglie” scrive Francesco Di Lieto, vicepresidente del Codacons.

Si starebbero verificando addebiti “seriali” che riguardano i ratei dei finanziamenti in scadenza il 31 di marzo. Addebitare ben 10 rate contemporaneamente nella stragrande maggioranza dei casi, ha come conseguenza quella di svuotare i conti correnti. In questo caso non è stata violata ogni più elementare regola di correttezza e trasparenza ma si è distrutta la serenità dei cittadini lasciandoli, di sabato e con gli sportelli chiusi, in uno stato di totale indigenza. Dopo i reclami – conclude – sembrerebbe che la banca stia alacremente lavorando per restituire il maltolto”

Attraverso un avviso notificato sull’app, la Bnl ha chiarito: “Possibili problemi sui movimenti conto corrente. Potresti riscontrare addebiti multipli. Abbiamo individuato la causa dell’anomalia e stiamo già lavorando per ripristinare la situazione corretta nel più breve tempo possibile. Ci scusiamo per il disagio

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest