Verdini, quella dei marescialli non è una buona scuola: condanna a 2 anni per corruzione

Pena sospesa per il senatore transfuga da Fi e approdato nella maggioranza renziana: era imputato in primo grado per l’appalto della Scuola dei Marescialli di Firenze e la sua posizione era stata stralciata. Già condannati Balducci, De Santis, De Vito Piscicelli e Fusi

No, quella dei marescialli di Firenze non si rivela una buona scuola per la maggioranza di governo e il neo alleato Denis Verdini. Decisamente. Il senatore transfuga da Fi è stato condannato in primo grado a due anni, con pena sospesa, per concorso in corruzione negli appalti per la ristrutturazione della Scuola dei Marescialli di Firenze. Lo hanno deciso i giudici della VII sezione del Tribunale di Roma. Verdini era presente in aula al momento della sentenza.

La psizine dell’ex coordinatore di Forza ItaliaI è stata stralciata. In precedenza sono stati già condannati, con sentenza passata in giudicato, Angelo Balducci, ex presidente del Consiglio Superiore per i lavori pubblici, Fabio De Santis, ex provveditore delle opere pubbliche della Toscana, l’imprenditore Francesco Maria De Vito Piscicelli e il costruttore Riccardo Fusi. Secondo l’accusa, Verdini si sarebbe attivato affinché Fusi venisse aiutato nei suoi affari e De Santis nominato provveditore. Insomma, anche per i giudici romani Verdini “risolve problemi”.

(Foto Denis Verdini/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest