Tunisia, la rivolta dei giovani contro il lockdown e la disoccupazione

Blocchi e proteste in moltissime Città, 632 arresti. Il governo schiera l’esercito

Tensione in tutte le città della Tunisia. Migliaia di giovani disoccupati protestano da giorni contro le restrizioni imposte dal Lockdown anti-Covid e la grave crisi economica e sociale.

La precarietà e la povertà sono notevolmente aumentate. Il governo ha schierato l’esercito. Nelle ultime ore sono state attestate 632  persone arrestate a seguito dei durissimi scontri avvenuti ieri. Gli arrestati hanno  tutti tra i 15 e i 25 anni. Lo rende il portavoce del ministero dell’Interno Khaled Hayouni, aggiungendo che i manifestanti “hanno bruciato pneumatici e cassonetti per bloccare le forze di sicurezza“.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest