Scuola, il Ministero conferma: tempo pieno nelle scuole del Sud e lavoro stabile

Documento ufficiale giunto in Commissione Cultura della Camera

Buone notizie per gli studenti delle scuole delle periferie, dei territori poveri e tutte le categorie dei precari colpiti dalla buona scuola di Renzi. Un documento del Ministero dell’Istruzione è giunto in VII Commissione Cultura della Camera,  ove si parla di alcune misure che il Governo è intenzionato ad intraprendere. Lo evidenzia, tramite un post su Facebook, il Presidente  Commissione, Luigi Gallo (M5S). “L’annuncio, scrive Gallo, è stato fatto dal Ministro Bussetti durante il Question Time di questa settimana alla Camera dei Deputati”.  Nel documento si legge che il Miur sta valutando di attivare misure strutturali, quali il tempo pieno e la stabilizzazione dei posti di sostegno. Il tempo pieno nelle regioni meridionali potrà offrire maggiori opportunità lavorative, in primis l’incremento dei posti in organico. Un’altra misura allo studio del Ministero è quella relativa alla stabilizzazione dei posti di sostegno in deroga, che confluirebbero così nell’organico dell’autonomia. Nel documento ministeriale viene evidenziato che a breve partiranno i corsi di specializzazione su sostegno. I corsi saranno attivati per tutti i gradi di istruzione. Le succitate misure, scrive il Miur, amplieranno le possibilità di rientro nelle regioni di residenza da parte di molti docenti.

Il documento

 

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest