Salerno: insegnante umiliata sul web, tace la direzione del liceo Regina Margherita

L’Ufficio scolastico regionale ha aperto un’inchiesta

Bocche cucite al liceo Regina Margherita di Salerno finito nell’occhio del ciclone per il vergognoso video  girato in classe da alcuni alunni e  divulgato sui social che ha alimentato una vera e propria gogna nei confronti di una docente. Il Desk.it ha tentato di  contattare la dirigente scolastica Angela Nappi. Tentativo inutile. Ben quattro telefonate. Puntuale la risposta dell’operatore: “la dottoressa Nappi è impegnata, lasci il suo numero di telefono, sarà richiamato”. La direzione scolastica è responsabile di quanto accaduto. Responsabile per non avere tutelato adeguatamente la docente e attuato  le normative di legge  sulla prevenzione, la tutela, la salute e l’integrità psicofisica dei lavoratori. E non solo. Fino ad oggi non sarebbero stati attuati provvedimenti severi ed esemplari nei confronti degli alunni che hanno divulgato un video sui social ledendo l’immagine della docente. Studenti che seppur minori, non dovrebbero ignorare le regole o dimenticare di andare a scuola per imparare e non per umiliare una docente, una lavoratrice. Gravissimo il comportamento degli alunni. Filmare una docente senza il suo consenso, diffondere il video in rete è un reato.  Intanto, il Ministero dell’Istruzione sarebbe pronto ad inviare gli ispettori mentre i vertici dell’Ufficio scolastico regionale hanno aperto un’inchiesta.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest