Russiagate, Trump indagato per ostacolo alla giustizia

Il Washington Post scrive che il procuratore speciale Muller interrogherà alti dirigenti dell’intelligence come parte di una più ampia indagine che ora include l’esame dell’ipotesi se il presidente Usa ha tentato di ostruire la giustizia

Una notizia bomba nel giorno del compleanno del presidente, che ieri ha spento le candeline dei suoi 71 anni: Donald Trump è indagato per una possibile ostruzione della giustizia, il reato per cui Richard Nixon si dimise evitando un sicuro impeachment. Lo scoop è del Washington Post, che cita dirigenti coperti dall’anonimato.

Il quotidiano scrive che “Il procuratore speciale (Robert Mueller, ndr) che guida l’inchiesta sul ruolo della Russia nelle elezioni del 2016 interrogherà alti dirigenti dell’intelligence come parte di una più ampia indagine che ora include l’esame dell’ipotesi se Donald Trump ha tentato di ostruire la giustizia”. Secondo cinque fonti diverse -Daniel Coats, attuale Direttore della National Intelligence, Mike Rogers, capo della Nsa (National Security Agency) e Richard Ledgett (vice di Rogers) sarebbero tra i prossimi testimoni che verranno ascoltati, in quanto persone informate dei fatti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest