Proteste in tutte le città degli Stati Uniti per George Floyd contro il razzismo e la brutalità della polizia

I cortei più imponenti a Washington e a New York.

Decine di migliaia di persone, al grido di ‘Black Live Matter’ e ‘I can’t breathe’, stanno manifestando in tutta America contro il razzismo e le brutalità della polizia. Ovunque, grandi metropoli e piccole città, va in scena il rito di inginocchiarsi per 8 minuti e 46 secondi, esattamente il tempo durante il quale un poliziotto di Minneapolis ha tenuto il suo ginocchio premuto sul collo di George Floyd uccidendolo. I cortei più imponenti a Washington e a New York. La marcia più attesa quella di Washington, dove la protesta più che in ogni altra città viene sentita anche come una sfida al presidente Donald Trump. Oltre 6.000 persone stanno sfilando in corteo dopo essersi radunate davanti all’iconico Lincoln Memorial e a Capito Hill, sede del Congresso. Tutti marciano verso l’area di Lafayette Plaza, di fronte a una Casa Bianca blindatissima. Il numero dei manifestanti cresce di ora in ora e le proteste, finora assolutamente pacifiche, andranno avanti per tutto il pomeriggio e la serata.In migliaia anche per le strade di New York, dove un corteo ha attraversato il ponte di Brooklyn per dirigersi a Manhattan verso City Hall, la sede del comune dove si trovano gli uffici del sindaco Bill de Blasio. Una folla enorme anche a Chicago, Philadelphia, Atlanta, Miami, Los Angeles, Seattle, Denver, Minneapolis. In migliaia in strada a Buffalo e Tacoma, le due città teatro degli ultimi due video shock delle violenze da parte della polizia.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest