Pozzuoli, sequestrate 18 aziende per reati ambientali

Le officine operavano nel Polo Artigianale da circa 30 anni

Sono 18 le strutture che facevano parte del Polo Artigianale di via Fascione a Pozzuoli, ad essere state sequestrate, questa mattina, in seguito ad un’operazione di controllo contro i reati ambientali condotta dalla polizia metropolitana di Napoli con la partecipazione di personale dell’Ispettorato del lavoro e dell’esercito. Dopo l’identificazione di tutti gli operanti presenti nelle officine, si tratta di falegnami, meccanici, carrozzieri, marmisti e carpentieri, i titolari delle ditte sono stati denunciati per inquinamento ambientale. Verificate anche le condizioni igieniche dei locali particolarmente precarie, prive anche di servizi e soprattutto con strutture probabilmente in amianto. Anche diversi allacciamenti elettrici e a alla rete idraulica sarebbero stati abusivi. Su tutte le aziende oggetto di controllo sono in corso accertamenti circa il possesso delle dovute autorizzazioni. Le officine operavano nella zona del Polo Artigianale da circa 30 anni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest