Napoli, volano stracci su Facebook tra i fan del sindaco: l’associazione demA implode

Delirante scontro tra rampolli di una piccola borghesia provinciale

DemA, l’ associazione fondata dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris implode. In atto la grande fuga dei militanti, ex fan arancioni. In corso i salti della quaglia verso altri lidi e schieramenti politici e si frantuma il cosiddetto “cerchio magico” della professoressa Greta Fiore, lo pseudonimo su Facebook di Maria Teresa Dolce, la moglie del primo cittadino. Nelle ultime ore sono volati stracci su Facebook. Protagonisti la professoressa Dolce, il suo ex pupillo il consigliere di municipalità Marco Cocifoglia, l’ex assessora arancione Roberta Gaeta, fidanzata di Cocifoglia, silurata recentemente da de Magistris, il presidente della municipalità Vomero Paolo De Luca(nelle ultime ore ha rassegnato le dimissioni dall’esecutivo nazionale di demA). Nell’occhio del ciclone è finita una festa di beneficenza organizzata nella zona orientale della Città. Motivo dello scontro? Cocifoglia, Gaeta e De Luca sono stati accusati dalla first lady arancione e dalle damigelle di corte di farsi fotografare insieme all’ex governatore Antonio Bassolino. La first lady ancora una volta si è distinta per l’invadenza, il presenzialismo. Una first lady istituzionale, infatti, dovrebbe assumere un ruolo sobrio, razionale, adeguato, composto, evitando imbarazzanti fughe in avanti, considerati gli effetti negativi che potrebbero prodursi sul piano politico per il primo cittadino di Palazzo San Giacomo. Invece, lo scontro si è consumato sul principale social media a colpi di foto, post e commenti deliranti. Ridicoli comportamenti di rampolli di una piccola borghesia provinciale che si alimenta con insulti, inciuci ed esibizionismi. Persone che hanno la “pancia piena”, lontani anni luce dai reali problemi delle persone. Lontani dalla Città reale. Ecco i post e le foto.

Il post di Greta Fiore alias Maria Teresa Dolce

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest