Napoli: Un caso di malasanità all’Ospedale Villa Betania

Cittadino con gamba fratturata da giorni in attesa di essere operato

Un caso di malasanità all’Ospedale Evangelico “Villa Betania” di Ponticelli, struttura sanitaria convenzionata. Un cittadino di Portici, Vincenzo Sangiovanni, ricoverato nella struttura sanitaria per una seria frattura ad una gamba, da giorni è stato abbandonato in una stanza del reparto ortopedia in attesa di essere operato. “Praticamente sono sequestrato – afferma Sangiovanni – Da giorni attendo l’intervento e da giorni subisco l’indifferenza dei medici. Mi comunicano il rinvio dell’operazione senza spiegazioni,  una palese violazione dei diritti, una questione da portare sul tavolo della Procura della Repubblica”. La  vicenda non solo  è una testimonianza di malasanità o negligenza, ma riflette lo stato di salute della sanità nella nostra regione. E così accade che un intervento delicato rischi di tenere con il fiato sospeso per mesi  una persona che subisce in modo vessatorio continui rinvii  a data da destinarsi. Emergono tante perplessità sul comportamento ed i metodi che si adottano da una struttura sanitaria di diramazione religiose convenzionata con lo Stato che si vanta di essere all’avanguardia per l’assistenza sanitario e il rispetto delle normative sull’etica e la responsabilità. Un’altra brutta pagina di malasanità campana nonostante gli spot e la propaganda del governatore Vincenzo De Luca

                                                                                               Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest