Napoli, sospesa erogazione buoni pasto: dipendenti comunali proclamano stato di agitazione

Altra promessa non mantenuta dalla giunta di Palazzo San Giacomo che aveva sbandierato il pagamento delle fatture ai fornitori entro 60 giorni.

L’amministrazione comunale di Napoli guidata da Luigi de Magistris continua a violare i diritti dei lavoratori. Sospesa l’erogazione dei buoni pasto per i dipendenti comunali. Stop ai buoni pasto per i dipendenti comunali. La ditta Repas annuncia lo stop delle erogazioni a causa dei mancati pagamenti, da luglio, da parte del Comune di Napoli. I lavoratori hanno proclamato lo stato di agitazione. Altro brillante risultato(si fa per dire) del vice sindaco e assessore al bilancio Enrico Panini. A fianco dei lavoratori è sceso in campo il consigliere comunale dei Verdi, Marco Gaudini: Massima solidarietà ai dipendenti – dice il consigliere comunale dei Verdi – A poche settimane dalla fine dell’anno, i lavoratori continuano a vedere negato un loro diritto a causa dei ritardi nei pagamenti”. Ennesimo caso di inettitudine politica. Altra promessa non mantenuta dalla giunta di Luigi de Magistris che aveva sbandierato il pagamento delle fatture ai fornitori entro 60 giorni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest