Napoli affonda nella spazzatura, municipalità Vomero contro vertici Asia: “Tornatevene a casa”

Il partito del sindaco implode, imminenti scissioni e adii

DemA, il partito del sindaco Luigi de Magistris sta implodendo. Tutti contro tutti. L’esperienza arancione sul viale del tramonto. Imminenti scissioni, fughe e clamorosi addii. Nelle ultime ore a dare fuoco alla polvere da sparo è stato il presidente della Municipalità Vomero Paolo De Luca con un post su Facebook. Un durissimo attacco a Maria de Marco, presidente dell’Asia, l’azienda di igiene urbana di proprietà comunale. “Ora basta – scrive De Luca – Domani mattina la munnezza per strada la butto io. Mi faccio arrestare se è il caso ma ora basta! Se non sapete fare il vostro dovere tornatevene a casa, Maria de Marco non mi servono più le chiacchiere. Ne ho sentite troppe. Domani o rispettate gli impegni o la munnezza ve la porto a S. Giacomo”.

Il post di Paolo De Luca

Una sfida, l’annuncio di una durissima battaglia politica e la probabile uscita dall’organizzazione politica. Paolo de Luca non usa mezzi termini nel criticare i vertici dell’azienda partecipata. Un messaggio eloquente inviato anche al sindaco e ad Attilio Auricchio, “capitano di vascello”, capo di gabinetto ed eminenza grigia di piazza Municipio. Stando ad alcune indiscrezioni trapelate dalle stanze del “Palazzo”, sarebbe in atto “pressioni” e varie forme di “suggerimenti” da parte dei vertici del partito arancione sul presidente della municipalità sulla scelta della poltrona di assessore di municipalità lasciata vacante dalla neoeletta consigliera Elena de Gregorio. De Luca, però, non avrebbe alcuna intenzione di mollare o farsi condizionare.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest