Napoli, Pianura si ribella ai clan: i killer di Andrea hanno le ore contate

I nomi degli assassini segnalati sui Social

Sanno di avere le ore contate gli assassini  di Andrea Covelli, il ragazzo di 27 anni torturato, ucciso e il cui cadavere è stato fatto ritrovato nelle campagne di Pianura. I killer sono braccati, imminente la loro cattura. Andrea è stato prima ucciso, poi seppellito e i suoi assassini hanno tentato anche di bruciare il corpo per eliminare ogni traccia. Nel luogo del ritrovamento, infatti, sono state ritrovate tracce di bruciature. Le stesse tracce erano presenti anche sul suo corpo.

La gente del quartiere di Pianura è indignata. Tanti cittadini hanno deciso di ribellarsi e di mobilitarsi per consegnare i killer alle forze di polizia utilizzando tutti gli strumenti possibili, in primis i Social, in particolare TikTok, dove stanno girando decine di video contro i componenti del clan Calone-Marsicano, indicati come i presunti autori dell’omicidio. Alcuni video contengono addirittura i nomi dei torturatori e degli assassini.

Su TikTok, sulla pagina  “Poveri a voi”, sono stati diffuse  foto di noti personaggi legati ai gruppi malavitosi del quartiere  con scritte significative: “Il clan spazzatura di Pianura”, “a breve le chiavi di cioccolata”, “come è brutto quel chiattone confidente”, “faccia verde, drogato tossico”. “Cacciamo questi morti di fame da Pianura”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest