Napoli: De Magistris vuole attivare funicolari di notte ma snobba lavoratori Anm

Dura reazione del segretario della Fit Cisl, Alfonso Langella

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris propone di prolungare gli orari delle funicolari fino alle 3 di notte per garantire gli abitanti delle zone collinari di partecipare o assistere alle “notti bianche”, shopping e concerti ma non tiene conto delle richieste e delle proposte dei lavoratori e delle lavoratrici Anm. Inevitabile il conflitto e la tensione. Nella mattinata di oggi, l’azienda trasporti Anm aveva proposto una riforma delle turnazioni ai rappresentante dei lavoratori, che ha riscontrato la contrarietà delle sigle Cgil, Cisl e Uil, che hanno contestato in via preliminare le modalità della comunicazione. E’ dunque saltato il tavolo con i sindacati sulle corse serali del weekend dei trasporti su ferro, come chiesto dal sindaco, sabato scorso. Dalle ore 14, circa le funicolari di Montesanto, Chiaia e Mergellina sono ferme per mancanza di personale. Funziona solo la funicolare Centrale di piazzetta Augusteo. La chiusura delle tre linee, spiega la Anm in una nota, è stata determinata dalla comunicazione, da parte di tre caposervizio delle funicolari, di essere impossibilitati a lavorare per malattia. Tutto ciò, sottolinea la nota, nel giorno in cui l’Anm ha redatto i nuovi orari per il prolungamento del weekend delle corse della Funicolare Centrale. Sul tema, prosegue Anm, “si è anche svolta questa mattina una riunione dell’azienda con le rappresentanze sindacali di Cigl, Cisl e Uil per spiegare le soluzioni incentivanti previste per stimolare il prolungamento dell’orario, in coerenza con quanto già previsto dall’accordo sindacale del 30 ottobre 2015 sottoscritto con tutte le organizzazioni sindacali. Nel corso di questa riunione – conclude la nota – i rappresentanti sindacali non hanno voluto aprire alcuna trattativa sul tema”.

“Il sindaco non può chiamarci solo quando vuole, per affrontare i temi che crede più importanti. Le relazioni sindacali vanno rispettate sempre –  è il commento  il segretario generale Fit Cisl Campania Alfonso Langella – Oggi come Fit Cisl, insieme a Filt Cgil e Uilt, – spiega Langella – siamo stati convocati da Anm per un’informativa sulla variazione turni delle linee funicolari. La convocazione odierna avviene esulando le procedure di raffreddamento attivate dalle organizzazioni sindacali. Pertanto, nel ritenere non corretto e provocatorio, oltre che antisindacale l’ordine del giorno e diffidando l’azienda dal compiere atti unilaterali, Filt Cgil Fit Cisl e Uilt hanno deciso di lasciare il tavolo della riunione”.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest