Rinvio a giudizio per l’ex segretario e l’ex tesoriere del Carroccio, accusato anche di appropriazione indebita aggravata

GENOVA – Umberto Bossi, ex segretario della Lega Nord, e Francesco Belsito, ex tesoriere del Carroccio, sono stati rinviati a giudizio dal gup Massimo Cusatti per la presunta truffa sui rimborsi elettorali ai danni dello Stato da circa 40 milioni di euro. Per Belsito c’è anche l’accusa di appropriazione indebita aggravata. Belsito si sarebbe impossessato della somma complessiva di 5,7 milioni di euro dal conto corrente della Lega che sarebbero serviti per investimenti a Cipro e in Tanzania tra titoli e diamanti. Il processo il 23 settembre.

(Foto www.lettera43.it)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest