Lavrov, Israele non può fare ciò che vuole a causa Olocausto

Il ministro degli esteri russo: c’è stato anche il genocidio di tutti i popoli dell’Unione Sovietica”

Gli israeliani “non possono pensare che a causa di quello che hanno subito nella Seconda guerra mondiale ora possono fare tutto quello che vogliono”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov in una conferenza stampa a Mosca parlando dei bombardamenti israeliani sulla Striscia di Gaza.

Si, c’è stato l’Olocausto, un crimine terribile. Ma c’è stato anche il genocidio di tutti i popoli dell’Unione Sovietica, che non hanno sofferto di meno, e che sono stati sterminati in ogni sorta di campo di concentramento, e nella stessa Leningrado durante l’assedio insieme agli ebrei”.

Noi non usiamo doppi standard, a differenza dell’Occidente“, ha affermato ancora Lavrov, accusando i Paesi occidentali di servirsi di cellule jihadiste per i loro interessi, in particolare dell’Isis in Siria.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest