Italia 5 Stelle, arrivano i disoccupati e i precari: “Niente da festeggiare”

L’iniziativa di lotta ha prodotto un primo risultato positivo: incontro con i ministri presenti al meeting pentastellato

Centinaia di disoccupati e precari napoletani e campani si sono presentati alla festa Italia 5 Stelle, il meeting dei pentastellati in svolgimento Napoli. Un corteo ha sfilato per Fuorigrotta. Un presidio è stato promosso all’ingresso della Mostra d’Oltremare

“C’è poco da festeggiare – spiegano in una nota i senzalavoro – rivendichiamo risposte concrete per le nostre vertenze che riguardano i disoccupati, i lavoratori senza reddito delle attività di pubblica utilità -abolizione dei vincoli ingiusti sul reddito di cittadinanza, salario minimo vero e dignitoso, progetti per l’inserimento lavorativo, riduzione dell’orario lavoro a parità di salario”. “Dove andiamo a prendere i soldi? – continua la nota – Dalle tasche dei padroni, dalle spese militari, dalle grandi opere inutili e dannose dall’esproprio delle fabbriche che inquinano, dai grandi patrimoni e profitti di pochi“.

L’iniziativa di lotta di oggi ha raggiunto un primo obiettivo significativo. “Abbiamo ottenuto un tavolo con i Ministri ed in particolare quello del Lavoro per oggi alle 16” – concludono i precari e i disoccupati. I militanti di Potere al Popolo a fianco dei disoccupati e dei precari delle Attività di Pubblica Utilità(Apu). “Siamo con i lavoratori Apu e disoccupati della Campania fuori dalla Mostra d’Oltremare, dove si sta svolgendo la convetion Italia5Stelle. Nel frattempo migliaia di famiglie campane non possono mettere il piatto a tavola. La pazienza è finita, basta giocare con la vita delle lavoratrici e dei lavoratori” – hanno evidenziato i militanti di Pap.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest