Il reddito di cittadinanza scende a 500 euro? Il governo: “Una bufala”

L’ipotesi del Sole 24 ore smentita da Palazzo Chigi

Il governo è sotto assedio, e il reddito di cittadinanza si ridimensiona a 500 euro? L’indiscrezione è avanzata dal Sole 24 Ore. Ma nel giro di alcune ore viene smentita da fonti di Palazzo Chigi. “Non c’è mai stata neanche per un secondo l’ipotesi di far scendere a 500 euro il reddito di cittadinanza. Sempre 780 euro”. A negare il ridimensionamento della misura-simbolo del M5s, anche il vicepremier Di Maio. “Ogni giorno ci sono nuove ipotesi sul reddito di cittadinanza – dichiara incontrando la stampa in provincia di Treviso-. Il reddito di cittadinanza come è partito così arriva”. “È una misura – aggiunge Di Maio – che arriverà alle persone che vorranno mettersi in gioco per trovare lavoro e noi, come Stato, gli proporremo un lavoro e se non lo accetteranno perderanno il reddito. È una misura di politiche attive del lavoro che tra l’altro darà sgravi alle imprese che assumeranno dalla platea del reddito di cittadinanza. Se un’impresa assume chi prende il reddito avrà uno sgravio fiscale pari al reddito di cittadinanza che prendeva quella persona”.
Secondo la ricostruzione del Sole 24 ore, il reddito di cittadinanza non solo sarebbe tagliato. Ma andrebbe non ad una singola persona, bensì al nucleo familiare. Una proposta formulata dal ministero del Lavoro a quello dell’Economia, nei giorni caldi del negoziato con l’Ue per la manovra. 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest