Germania: attacco al treno a colpi d’ascia, l’Isis rivendica l’assalto del giovane lupo solitario

Il 17enne afghano ha assalito il convoglio ferendo gravemente 3 persone ieri sera: “Risposta agli appelli a colpire la coalizione che combatte lo stato islamico”. Nella sua stanza una bandiera del califfato

L’Isis rivendica l’assalto a colpi d’ascia del giovanissimo afghano. “L’autore dell’operazione di accoltellamento in Germania è un combattente dello stato islamico ed ha compiuto questa operazione in risposta agli appelli a colpire la coalizione che combatte lo stato islamico”. Lo scrive Amaq, l’agenzia di stampa del Califfato, citando “fonti della sua sicurezza”.

Nella stanza del 17enne attentatore è stata ritrovata una bandiera dell’Isis disegnata a mano. Gli inquirenti ritengono che il giovane sia un lupo solitario e la sua radicalizzazione sia avvenuta in poco tempo. “Era da solo sul treno e ha compiuto l’azione da solo”, ha detto il ministro dell’Interno della Baviera Joachim Hermann. Il ministro ha confermato che “secondo una testimonianza, il giovane avrebbe gridato ‘Allah Akbar’ prima di essere ucciso”.

 

IN RETE COMPARE VIDEO-TESTAMENTO – Dice di chiamarsi Muhammad Riad e di essere un soldato dell’Isis. Cita Al Baghdadi, guarda al di là della telecamera, come se ci fosse qualcuno a suggerire le parole. Agita un coltello e ripete più volte “Inshallah”. Sul web compare un filmato diffuso dalla agenzia di stampa del Califfato, Amaq News, dove c’è il giovane attentatore. Il 17enne annuncia il suo attacco: “Farò un attentato suicida in Germania” e “Vi combatterò fino a quando il sangue mi scorrerà nelle vene”. Il ragazzo “sabato scorso aveva saputo che un suo amico era stato ucciso in Afghanistan” afferma la polizia in una conferenza stampa.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest