Gaza: Israele uccide per sbaglio tre ostaggi catturati dai combattenti palestinesi

L’incidente è avvenuto durante le operazioni militari in corso nel quartiere di Shejaiya

Le forze israeliane hanno ucciso per sbaglio tre degli ostaggi catturati dai combattenti palestinesi durante l’attacco sferrato il 7 ottobre scorso dal movimento islamista palestinese. Lo hanno annunciato le forze di difesa israeliane (Idf) in un messaggio pubblicato sulla piattaforma X, aggiungendo che le tre persone sono state “erroneamente considerate come una minaccia”.

L’incidente è avvenuto durante le operazioni militari in corso nel quartiere di Shejaiya, nella parte orientale di Gaza City.

I soldati hanno sparato e ucciso gli ostaggi pensando che fossero ostili. Successivamente, sono nati “alcuni sospetti sulla loro identità. I corpi sono stati quindi portati in Israele e identificati: si tratta di Yotam Haim, Samer Talalka e un terzo ostaggio, il cui nome non è stato divulgato per volere dei familiari.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest