Durissimo colpo per i casalesi: confiscato un tesoretto di 22 milioni di euro

Blitz dell’Antimafia a Latina e Frosinone

Durissimo colpo al clan dei Casalesi. La Direzione Antimafia ha confiscato, a Formia e in altre località delle province di Latina, a Frosinone, Napoli e Isernia, il patrimonio dell’imprenditore Vincenzo Zangrillo, ritenuto vicino al clan.Tra i beni sequestrati oggi, a Zangrillo e al suo nucleo familiare,  circa 200 mezzi, 150 immobili, 21 ettari di terreni nelle province di Latina e Frosinone, 6 società, 21 conti correnti e rapporti bancari di varia natura, per un valore complessivo di oltre 22 milioni di euro.

Le indagini della Dia hanno permesso di dimostrare il nesso tra l’espansione del suo patrimonio individuale e imprenditoriale e le attività illecite commesse dallo stesso Zangrillo nel corso degli anni. Tra queste spiccano il traffico internazionale di sostanze stupefacenti e di rifiuti illeciti, nonché l’associazione a delinquere, il riciclaggio e il traffico internazionale di autoveicoli, reati per i quali risulta anche essere stato arrestato.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest