Debito ingiusto, De Magistris: “L’ingiustizia è grande, ribellarsi è un dovere”

 

Esposto uno striscione a Palazzo San Giacomo,manifestazione Sabato 14 aprile contro la decisione della Corte dei Conti

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris mobilita la piazza contro la decisione della Corte dei Conti di sanzionare per un valore di 85 milioni di euro il Comune per non aver inserito il debito del consorzio Cr8, debito del post terremoto contratto dal commissario di governo dell’epoca, nel bilancio 2016. “Un ordine costituito, le cricche vogliono far pagare alla città colpe che non hanno nè questa amministrazione nè questa maggioranza” – ha detto il sindaco.  Inevitabilmente la decisione della Corte dei Conti influenzerà, condizionerà la stesura del bilancio di previsione del governo cittadino. Un “segnale di lotta” è arrivato da Piazza Municipio, in previsione della manifestazione indetta per il prossimo 14 aprite: esposto a Palazzo San Giacomo, uno striscione con la scritta “No al debito ingiusto, Napoli Libera”.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest