De Magistris: “Molti Giuda tradirono Falcone, la magistratura ha colpe gravi”

“30 anni fa fu una strage di mafia ad effetti politici”

“30 anni dalla strage di Capaci dove la mafia, per condizionare istituzioni e politica, fece saltare con il tritolo l’autostrada per distruggere la vita del dr. Giovanni Falcone. Fu una strage di mafia ad effetti politici. Andreotti non divenne più presidente della Repubblica e Craxi non divenne presidente del consiglio”. Lo scrive stamani Luigi de Magistris. “Il partito di maggioranza relativa dell’epoca, attraverso Andreotti, non garantiva più cosa nostra. L’omicidio dell’eurodeputato della Democrazia Cristiana Salvo Lima, referente della corrente andreottiana in Sicilia, fu il preludio all’attacco al cuore del potere partitico-politico dell’epoca” – prosegue de Magistris.  “Molti Giuda tradirono Giovanni Falcone. La magistratura ha colpe gravi, ci sono magistrati con la toga sporca di compromesso morale e collusione.
Falcone lo hanno isolato, vilipeso, diffamato, prima di darlo in pasto alla componente terroristico-militare di cosa nostra
” – afferma l’ex Sindaco di Napoli. “Le idee e le battaglie di Giovanni Falcone hanno motivato migliaia di persone, soprattutto giovani di quei tempi. Senza verità e giustizia sulle stragi di mafia non ci può essere democrazia. Fuori la mafia dallo Stato!” – Conclude de Magistris 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest