Coronavirus, ministra Catalfo: “sto lavorando per un reddito emergenza e ampliare quello di cittadinanza”

Il Movimento 5 Stelle: massimo sostegno, nessuno deve rimanere indietro

La ministra del lavoro Nunzia Catalfo annuncia il reddito di emergenza per aiutare tutte le famiglie in difficoltà e l’ampliamento del Reddito di Cittadinanza. “Sto lavorando a un reddito di emergenza che possa far arrivare redditi, in modo anche molto semplice, con procedure semplificate a tutte le famiglie in difficoltà – ha detto la ministra Catalfo in un’intervista a Unomattina – Sarà inserito nel decreto di aprile. Tutte le famiglie in modo molto celere avranno la possibilità di avere soldi e di provvedere alle emergenze, Sto pensando anche a un rafforzamento e un ampliamento del reddito di cittadinanza sulla base dell’allargamento dei requisiti sul patrimonio immobiliare, a tempo ovviamente

la ministra nunzia catalfo

INDENNITA’ AUTONOMI ANCHE AD APRILE E MAGGIO – il decreto aprile dovrebbe intervenire anche sui lavoratori autonomi prevedendo un aumento dell’indennità adesso fissata per marzo a 600 euro e un prolungamento anche nei mesi di aprile e maggio – ha sottolineato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo parlando a Unomattina.
“L’indennizzo – ha detto – sarà riproposto ad aprile e maggio e sarà sicuramente ampliato. Poi bisognerà a misure che aiutino a far ripartire l’economia”.

 M5S, ORA REDDITO DI EMERGENA, NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO È ormai chiaro a tutti che nessuno si salva da solo. Questa emergenza inedita nella quale senza preavviso siamo piombati ce lo ricorda ogni giorno. Ma soprattutto lo ricorda alla politica, che oggi, nonostante la drammaticità di una pandemia globale e senza precedenti dal secondo dopoguerra, ha anche l’opportunità di ripensare e riscrivere senza tentennamenti un nuovo contratto sociale tra i cittadini e lo Stato, per restituire loro fiducia nel futuro e nelle Istituzioni. A cominciare dal Reddito di emergenza, da introdurre subito e con procedure semplificate. I cittadini hanno bisogno di sapere che lo Stato c’è, che gli tende una mano e sta davvero dallo loro parte nei momenti più difficili”. Lo scrive il M5S in un post sul blog delle Stelle. “Il MoVimento 5 Stelle c’è e su questo è sempre stato chiaro: nessuno deve rimanere indietro. Le promesse da campagna elettorale le abbiamo sempre lasciate ad altri, alle parole abbiamo sempre anteposto i fatti. È successo con tantissime misure, poi tradotte in leggi dello Stato da quando siamo al governo; è avvenuto col Reddito di Cittadinanza, che nonostante l’eco di certe sirene da un anno è diventato realtà. I fatti ci dicono che oggi, senza il tanto vituperato Reddito di cittadinanza, la situazione sarebbe molto più grave e oltre 2 milioni di persone non avrebbero mezzi economici per far fronte alla crisi e sopravvivere”, continua il post. “In un momento come questo, lo Stato ha il dovere di assistere qualunque cittadino sprovvisto dei mezzi necessari per vivere e sopravvivere. La soluzione è un Reddito di emergenza, dedicato a tutti coloro che oggi sono privi di qualsiasi forma di sostegno al reddito, non beneficiano cioè degli ammortizzatori sociali e degli indennizzi previsti dal decreto Cura-Italia o dal Reddito di cittadinanza. Il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, ci sta già lavorando. Servono 3 miliardi di euro. Certa politica la smetta di fomentare e strumentalizzare la situazione e si assuma la responsabilità di dare risposte ai cittadini”, conclude il M5S.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest