Coronavirus, Conte chiude l’Italia. Altre restrizioni

Saranno introdotti ulteriori limiti agli spostamenti delle persone alle esigenze davvero indispensabili come la spesa e i farmaci

L’emergenza sanitaria Coronavirus attanaglia l’Italia e non solo. Oggi l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato la Pandemia ovvero l’infezione  si estende in tutto il mondo. Il governo italiano ha annunciato una nuova indicazione. Il presidente Giuseppe Conte in una conferenza stampa appena tenutasi a Palazzo Chigi, Giuseppe Conte ha riferito di un nuovo blocco di restrizioni per l’intero Paese. Il Presidente del Consiglio ha dichiarato: “Questa sfida riguarda la salute dei cittadini, mette a dura prova la sanità e l’economia del nostro Paese. Nelle scelte abbiamo tenuto conto di tutti gli interessi. Al primo posto c’è e ci sarà la salute degli italiani. Risposta straordinaria di gran parte degli italiani alle misure limitative. Bisogna procedere gradualmente, ora compiamo il passo in più. Italia zona unica”. Il Presidente del consiglio ha aggiunto: “Ora disponiamo anche la chiusura di tutte le attività commerciali, vendita al dettaglio, ad eccezione di farmacie e parafarmaci e supermercati. Non serve fare nessuna corsa ai supermercati. Chiudiamo pub, ristoranti, ma con possibilità di consegne a domicilio. Chiudono i servizi di mensa. Garantiti i servizi pubblici, bancari, postali, assicurativi, e attività necessarie e accessorie ai servizi in attività. Garantite le attività agricole e zootecniche. Continueranno le attività nel rispetto delle normative igienico-sanitarie. Se i numeri dovessero crescere, non significa fare una corsa verso nuove misure”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest