Capodichino: sequestrati 25 chili di sigarette di contrabbando

La Guardia di Finanza ferma una giovane 25enne proveniente da Mosca

Sigarette di contrabbando provenienti da Mosca. E’ questa la scoperta fatta dai finanzieri della tenenza di Capodichino nell’ambito dei controlli che giornaliermente vengono effettuati per contrastare i traffici illeciti sul territorio italiano. Insieme con i funzionari dell’ufficio delle dogane dell’aeroporto, i finanzieri hanno controllato alcuni passeggeri provenienti da Mosca, con scalo a Francoforte. Tra questi una giovane cittadina russa di 25 anni A.V. (queste le sue iniziali) che trasportava all’interno di una valigia 25 chili di sigarette di contrabbando. Le perquisizioni sono state effettuate dopo che i finanzieri hanno effettuato una serie di controlli sulle liste passeggeri provenienti da località sensibili e quelli provenienti da aeroscali nazionali collocati in modo nevralgico per raggiungere mete internazionali. Proprio al termine di questi controlli delle liste, avevano notato alcuni passeggeri sospetti sul volo proveniente da Mosca, tra cui appunto la donna fermato, che aveva come destinazione finale Olbia.
La donna ha attirato l’attenzione dei militari quando dopo le formalità di rito per la prosecuzione del viaggio, invece di recarsi verso il gate di imbarco per i voli nazionali, andava a ritirare un bagaglio dal nastro in arrivo da mosca. La valigia ritirata dalla donna però era intestata ad un’altra persona. Una volta presa, la giovane velocemente cercava di raggiungere l’uscita dall’aeroporto. A questo punto, il suo fare sospetto ha portato i finanziari ha fermarlo e a procedere con la perquisizione della valigia, al cui interno hanno ritrovato 125 stecche di sigarette pari a 25 chili. La 25enne è stata denunciata alla locale autorità giudiziaria con l’accusa di contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest