Bufera intercettazione su Guidi, il ministro annuncia dimissioni

Il titolare dello Sviluppo scrive a Renzi per comunicare la volontà di lasciare il governo dopo lo scandalo dell’inchiesta che coinvolge il compagno.

 

“Caro Matteo sono assolutamente certa della mia buona fede e della correttezza del mio operato. Credo tuttavia necessario, per una questione di opportunità politica, rassegnare le mie dimissioni da incarico di ministro”.
Il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, annuncia le sue dimissioni al premier Matteo Renzi con una lettera. L’intercettazione di una sua telefonata al compagno Gianluca Gemelli è agli atti di una inchiesta della magistratura di Potenza sullo smaltimento dei rifiuti legati alle estrazioni petrolifere.
“Sono stati due anni di splendido lavoro insieme – scrive ancora Guidi al premier Renzi -. Continuerò come cittadina e come imprenditrice a lavorare per il bene del nostro meraviglioso Paese”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest