World Press Photo, a Napoli in mostra il top del fotogiornalismo internazionale

L’esposizione a Villa Pignatelli fino al 27 novembre: ogni anni è visitata nel mondo da 4 milioni di persone

Autore della foto dell’anno, Hope for a new life, è il freelance australiano Warren Richardson che ha catturato l’attimo in cui un uomo fa passare un neonato attraverso il filo spinato lungo la frontiera tra Serbia e Ungheria, nell’agosto del 2015, quando il muro di protezione della zona non era stato ancora ultimato. Centocinquanta scatti dei migliori fotoreporter di tutto il mondo a Villa Pignatelli di Napoli – Casa della fotografia: è la mostra World Press Photo 2016, inaugurata ieri e aperta fino al 27 novembre, visitata ogni anno da 4 milioni di persone. Pubblicate su alcune delle testate internazionali più prestigiose come Time, Le Monde, New York Times, The Guardian, National Geographic le foto in mostra sono il meglio del fotogiornalismo internazionale. L’iniziativa arriva a Napoli, grazie a Cime di Vito Cramarossa e Francesco Muciaccia e al loro accordo con la Fondazione olandese World Press Photo, in collaborazione con Polo museale della Campania e il patrocinio dell’ Ambasciata Olandese e Comune di Napoli. La Fondazione assegna un premio annuale, il più prestigioso del fotogiornalismo mondiale, e premi per le nove categorie del concorso: general news, spot news, contemporary issues, daily life, portraits, nature, sports. La questione siriana e la crisi dell’immigrazione in Europa sono stati il cuore dell’attualità internazionale dell’ultimo anno. Tra i fotografi selezionati anche due italiani: Francesco Zizola fondatore dell’agenzia fotografica Noor (che sarà a Napoli il 19 novembre), con la serie “In the same boat” (secondo nella categoria “Contemporary Issues”) e Dario Mitidieri con il progetto “Lost family portraits” (terzo premio nella categoria “People”). In programma anche seminari, letture portfolio e convegni. La mostra sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato e domenica dalle 10 alle 19, martedì chiuso. Ingresso alla mostra 7 euro, comprensivo dell’ingresso al Museo (2,5 euro). La prima domenica del mese non si paga l’ingresso al Museo ma quello alla mostra 4,5 euro. Per le scolaresche ingresso al Museo + ingresso alla mostra 3 euro.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest