Bacoli, la Federico II si insedia a Villa Ferretti inaugurando il suo nuovo Centro di Alta Formazione sull’Umanistica digitale

Valorizzata l’ottocentesca dimora ai piedi del castello di Baia, bene sottratto alla criminalità organizzata

‘L’Ateneo a Bacoli’: la Federico II si insedia a Villa Ferretti inaugurando il suo nuovo Centro di Alta Formazione sull’Umanistica digitale. L’appuntamento è giovedì 27 ottobre 2022 alle 11.

La cerimonia sarà aperta da Matteo Lorito, Rettore dell’Ateneo federiciano, Gaetano Manfredi, Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Fabio Pagano, Direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, e Josi Gerardo della Ragione, Sindaco di Bacoli.

Seguiranno gli interventi di Gennaro Ferrante, Andrea Mazzucchi, Carmela Capaldi e Marco Pacciarelli, docenti del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Ateneo federiciano.

Villa Ferretti, l’ottocentesca dimora ai piedi del castello di Baia, bene sottratto alla criminalità organizzata, è il nuovo Centro di Alta Formazione della Federico II. E lo sarà almeno per i prossimi vent’anni in base all’accordo sottoscritto a giugno scorso dal rettore Matteo Lorito e da Josi Gerardo Della Ragione, Sindaco del Comune in cui ha sede la Villa.

Gli affascinanti e funzionali spazi della splendida residenza che affaccia sul mare ospiteranno progetti a fortissima vocazione interdisciplinare, partendo dalla valorizzazione dell’ecosistema dell’umanista digitale. Le ricadute del processo di transizione digitale investiranno i diversi ambiti del patrimonio culturale materiale e immateriale, dalle ricerche linguistiche, filologiche e letterarie, a quelle delle metodologie storico-artistiche ed archeologiche

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest