Universiadi, schiaffo a De Luca: il villaggio si farà alla Mostra d’Oltremare

La Fisu ha comunicato la scelta dell’area fieristica, passaggio determinante per la conferma della manifestazione. La giunta comunale di Napoli approva 3 progetti per San Paolo, PalaVesuvio e PalaDennerlein

Svolta forse decisiva per le Universiadi 2019. Il comitato esecutivo della Fisu, riunitosi oggi a Kazan, ha scelto la Mostra d’Oltremare di Napoli quale miglior progetto per la realizzazione del villaggio degli atleti. Una decisione che però suona come uno schiaffo al governatore Vincenzo De Luca, contrario da sempre all’area fieristica di Fuorigrotta. Favorevole, invece, l’amministrazione di Palazzo San Giacomo, che controlla l’ente mostra. La Federazione ha comunicato la scelta questo pomeriggio con una lettera al commissario straordinario per le Universiadi, prefetto Luisa Latella, allo stesso presidente della Regione, al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, al presidente del Coni Giovanni Malagò, al presidente del Cusi, Lorenzo Lentini. Secondo le indicazioni della Fisu il villaggio alla Mostra d’Oltremare dovrà essere allestito e pronto per l’utilizzo almeno un mese prima dell’inizio della manifestazione sportiva. Il villaggio degli atleti era un passaggio determinante per la conferma delle Universiadi, gravate da pesanti ritardi nei lavori agli impianti.

 

GIUNTA DE MAGISTRIS, 3 DELIBERE PER IMPIANTI – Intanto, la Giunta comunale di Napoli ha approvato oggi tre deliberazioni a firma del sindaco de Magistris, riguardanti interventi di riqualificazione di impianti sportivi sedi della manifestazione. La prima è relativa all’approvazione in linea tecnica del progetto esecutivo per il nuovo impianto audio dello stadio San Paolo. Il progetto, a firma di un Rtp composto da varie imprese, prevede l’installazione di diffusori sonori all’intradosso dei deck, l’installazione di diffusori sonori all’intradosso del primo anello, l’adeguamento dell’impianto elettrico e di segnale, con l’installazione di nuovi quadri elettrici, l’installazione di due centrali di amplificazione e di una centrale di regia. L’importo complessivo dei lavori è pari ad 719.792,25 euro. La seconda riguarda la riqualificazione dell’indoor del PalaVesuvio, con il restyling di bagni spettatori, spogliatoi atleti e giudici di gara, degli impianti meccanici ed elettrici. Previsto anche il rifacimento dei manti di tenuta delle coperture, la riqualificazione delle facciate esistenti e la sostituzione dei serramenti in policarbonato. L’importo complessivo dei lavori è di 4.100.682,65 euro. La terza deliberazione concerne interventi di riqualificazione del PalaDennerlein. Prevede tra l’altro la riqualificazione e l’adeguamento alle norme Coni dell’impianto sportivo, in particolare la sostituzione dell’intera copertura, l’impermeabilizzazione di tutte le terrazze e superfici piane, il recupero strutturale dei solai nell’area piscina, la rifunzionalizzazione delle aree di pertinenza sia della piscina che della palestra, il rifacimento della cabina di trasformazione e dei quadri elettrici, la realizzazione dei nuovi impianti di illuminazione, rilevazione incendi, diffusione sonora, antintrusione, di filtraggio delle due vasche della piscina, di ventilazione e climatizzazione in tutti gli ambienti della palestra. L’importo complessivo dei lavori e’ pari

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest