Uefa, Ceferin pensa al tetto salariale contro lo strapotere dei club ricchi

Il presidente della federazione europea: “In futuro, dovremo prendere in considerazione seriamente la possibilità di limitare i budget dei club per i salari dei giocatori”

Come la società è in continua mutazione, anche il calcio sta per cambiare completamente faccia. “I club più ricchi stanno diventando sempre più ricchi e il divario tra loro e il resto è sempre più grande”. Queste le parole riportate dalla rivista Mladiba del numero uno della Uefa Aleksander Ceferin. L’obiettivo è di fare competizioni sempre più competitive e combattere la disuguaglianza tra i top club e le squadre minori. “In futuro, dovremo prendere in considerazione seriamente la possibilità di limitare i budget dei club per i salari dei giocatori”, ha aggiunto Ceferin il quale sta cercando di ridimensionare l’apparato calcio con nuove filosofie e strategie. Altro tema caldo affrontato dal presidente della Uefa, è quello delle restrizioni delle rose. Troppi giocatori, sovrannumero di acquisto e corrente di pensiero molto affine con quella di Gianni Infantino presidente Fifa da poco eletto. “Tutto ciò dovrebbe obbligare i club a essere più razionali. Sarà una grande battaglia e vincere sarebbe a mio avviso un cambiamento storico”. Queste le parole conclusive di Ceferin che poco convinto dal Ffp (Fair Play Finanziario) introdotto nel 2012 sta cercando con determinazione nuove misure per rendere il calcio ancora più emozionante.

Giovanni Pisano

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest