Pallanuoto, Bogliasco-Posillipo salta per black out: è polemica

Il club rossoverde: “Travisata la realtà, la responsabilità di quanto accaduto scaricata sulla squadra ospite”

L’incontro Bogliasco-Posillipo non si disputa per un black out elettrico nella piscina ligure, ma è polemica tra i club. Il Posillipo dirama una nota con cui fornisce la sua versione dei fatti. “È allucinante pubblicare, con un sibillino comunicato, una versione dei fatti accaduti, nella piscina Gianni Vassallo di Bogliasco, prima dell’inizio dell’incontro di pallanuoto tra i padroni di casa e il Circolo Nautico Posillipo, scaricando – si legge – la responsabilità di un black out elettrico dell’impianto sulla squadra ospite, rea, dopo circa un ora e mezza dall’ora prevista dell’inizio della partita di non essere voluta scendere in acqua – da ribadire che a termine di regolamento dopo trenta minuti è previsto il 5 a 0 a tavolino – o di non aver voluto spostarsi a Camogli nell’impianto di riserva, comunque impegnato, senza nessuna comunicazione ufficiale o impegno del Bogliasco nell’ottimizzare i trasferimenti e l’eventuale permanenza della squadra in Liguria, con l’emissione di altri biglietti aerei per il ritorno, in sostituzione di quelli già acquistati”.
“Comunque – prosegue la nota – , per opportuna conoscenza degli organi di stampa e della società Rari Nantes Bogliasco, come Circolo Nautico Posillipo ribadiamo la nostra ferma volontà e disponibilità a recuperare l’incontro in data da stabilirsi, con i dovuti rimborsi spese per una partita rinviata per colpa della Società ospitante, come segue:
– Alle ore 15, immediatamente dopo la presentazione delle squadre, il Bogliasco si accorgeva che il tabellone elettronico e i 30 secondi non funzionavano. A questo punto interveniva del personale, probabilmente, non specializzato, che, mettendo le mani sul quadro elettrico, provocava un corto circuito che con un botto fortissimo faceva saltare la luce in piscina. In seguito a tale evento il giudice arbitro De Meo informava le squadre della possibilità di ripristinare il danno entro mezz’ora. Il Circolo Nautico Posillipo – aggiunge il club rossoverde – pazientemente, attendeva oltre un’ora, senza che fosse stata trovata alcuna soluzione al problema, e sempre disponibile a recuperare l’incontro in altra data, comunicava alla terna arbitrale la sua intenzione di far ritorno a Napoli, non essendo stata trovata dalla Società ospitante una soluzione per disputare l’incontro, con ospitalità e viaggio di ritorno a carico del Bogliasco. Questi i fatti realmente accaduti a causa di un black out della piscina e non dell’intera zona orientale della cittadina – dopo un’ora e mezza, infatti, tramite un cavo dal vicino supermercato, si è ripristinata, in modo precario, la corrente in piscina! – senza poi che fosse stato ufficializzata al Posillipo, in tutto il tempo trascorso, la possibilità di giocare l’incontro sul campo sussidiario di Camogli, peraltro impegnato”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest