“Mano santa” torna a casa: Oscar riabbraccia Caserta e riceve la cittadinanza onoraria

La leggenda brasiliana al PalaMaggiò con Tanjevic

Il riconoscimento più atteso l’ha ricevuto dal sindaco Carlo Marino, che gli ha dato la cittadinanza onoraria. Mao Santa torna a casa: Oscar Schmidt ha riabbracciato Caserta. Il cestista più prolifico di tutti i tempi con i suoi quasi 50mila punti realizzati (49.737) in 19 anni di carriera, torna nella città dove ha trascorso 8 delle 11 stagioni italiane, le più intense (dal 1982 al 1990 e a Pavia fino al 1993). In città da qualche giorno, il campione brasiliano oggi è stato accolto al Palamaggiò, in una giornata intitolata in suo onore Oscar day, in occasione della gara di campionato tra la Juvecaserta e Pesaro (persa dai padroni di casa 82-87). Oscar è stato anche premiato con l’Italia Basket Hall of Fame 2017, la più importante onorificenza della pallacanestro italiana. A consegnarla il vice presidente Vicario Fip Gaetano Laguardia. Con lui il leggendario giocatore a Caserta anche Bogdan Tanjevic (a destra in foto), il tecnico con cui il club bianconero sfiorò due volte il tricolore, perso in serie finali al cardiopalmo con Milano. L’accoglienza è stata da brividi, e la JuveCaserta festeggia nonostante il ko.

(Foto Gennaro Buco-JuveCaserta Basket Official/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest