I dragoni salernitani abbattuti dai laziali

L’esperienza del Villa Pamphili non ha dato scampo alla compagine salernitana

Finisce 38 a 7 a favore del Villa Pamphili la sfida di rugby contro i Dragoni salernitani. L’unica segnatura del match, a firma del pilone Di Matteo, non addolcisce una sconfitta in una partita dove però era difficile aspettarsi di più, come ammette lo stesso viceallenatore dei Dragoni Luca Lambiase: “Abbiamo giocato a livelli ben più alti delle nostre aspettative con un’avversaria di tutto rispetto che già lo scorso anno ha ampiamente dimostrato il suo valore. Non che ce ne fosse bisogno, ovviamente. Il bicchiere può comunque essere mezzo pieno: abbiamo fatto esordire un altro ragazzo proveniente dal vivaio salernitano che stiamo lentamente costruendo per avere forze sempre fresche che possano tenere il ritmo di un campionato importante quale la serie B, ed ovviamente qui paghiamo lo scotto di essere una società ancora nuova. Le prospettive sono però incoraggianti, ed è su questo che abbiamo intenzione di lavorare sempre più intensamente”. L’esordio di oggi, nello specifico, è stato quello del 18enne David Larada nel ruolo di ala che fa seguito ad un altro gruppo di ragazzi che già l’anno scorso hanno ufficialmente esordito in prima squadra.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest