Il tecnico alla vigilia della semifinale di ritorno: “Non avremo paura, abbiamo fiducia in noi e le occasioni avute all’andata dimostrano che possiamo farcela”

KIEV –  “Non avremo paura, abbiamo fiducia in noi e le occasioni avute all’andata dimostrano che possiamo farcela”. A Kiev, dove il Dnipro gioca a causa dell’instabilità politica in Ucraina, Rafa Benitez carica il Napoli alla vigilia della semifinale di ritorno. “Dopo 26 anni – dice il tecnico – ci giochiamo una semifinale europea, è un momento importante per noi, per la società e i nostri tifosi”. Durante la conferenza stampa, Benitez tocca anche l’amara vicenda della squalifica: “Tornando ai fatti di domenica, sono sorpreso che siano riusciti a sentire una frase detta ad ostruzione del calcio italiano, quando invece non hanno sentito i cori contro i napoletani che sono durati per tutta la partita allo stadio Tardini. Detto questo, non voglio più parlarne”. Anche Higuain mostra le idee chiare. “Domani – dice il Pipita – dobbiamo essere concentrati, tranquilli, sapendo che dobbiamo fare gol”. “Speriamo – aggiunge l’argentino – di avere anche quel pizzico di fortuna che ci è mancata all’andata. Domani saremo tutti leader in campo per raggiungere un risultato storico che manca da 26 anni”. La buona sorte è sempre indispensabile. “Tutti abbiamo visto – rammenta Benitez – l’errore dell’arbitro a Napoli, sono fiducioso che la sfida di domani sarà regolare”. Anche l’ottimismo può servire.

(Foto Ssc Napoli/Twitter)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest