Secondigliano: forzano l’alt 9 giorni fa, riconosciuti e arrestati

 

In manette dopo colluttazione 24enne e 35enne

Gli agenti hanno riconosciuto nel conducente del mezzo lo stesso uomo che non si era fermato all’alt lo scorso 9 novembre nel quartiere Marianella, dando vita ad un inseguimento nel quale il suo passeggero si era disfatto di un marsupio al cui interno gli agenti trovarono una pistola, perfetta replica in metallo della beretta 92 tipo bruni calibro 8.

A Napoli i poliziotti del Commissariato Secondigliano hanno arrestato, con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, O.D.C, 24enne della Costa d’Avorio con precedenti di Polizia ed A.D.C. 35enne napoletano attualmente sottoposto al beneficio dell’affidamento in prova.

Gli agenti, impegnati nel controllo del territorio, nel tardo pomeriggio dell’altro ieri, hanno notato transitare in corso Secondigliano direzione Piazza Capodichino, due persone con caschi neri e scaldacollo scuri a bordo di un honda sh 150 con targa palesemente contraffatta.

I poliziotti hanno invertito il senso di marcia ed hanno inseguito i due, bloccando il ciclomotore dopo pochi metri mentre gli occupanti si davano alla fuga. Hanno bloccato da subito Di Franco che aveva tentato di disfarsi della pistola impugnata lanciandola sul selciato ed ingaggiando una colluttazione con uno di loro; l’uomo è stato arrestato e la pistola prontamente recuperata. Il 24enne è stato bloccato dopo una breve ma intensa colluttazione.

I due uomo sono stati arrestati per essere sottoposti a direttissima.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest