San Prisco: rincorre il figlio con grosso coltello, arrestato titolare di bar

Il 55enne deve rispondere di maltrattamenti in famiglia

Secondo la ricostruzione dei militari l’uomo ieri sera, all’interno del bar di cui è titolare, ha aggredito, per futili motivi, il figlio minore. Prima lo ha aggredito verbalmente e, successivamente, rincorso brandendo un coltello da cucina. Il tutto è accaduto davanti agli occhi atterriti dell’altra figlia 20enne. I carabinieri del Comando Stazione di San Prisco, nel Casertano, hanno arrestato in flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia un 55enne del posto. Dopo l’aggressione, quando i figli erano all’esterno del locale, in evidente stato di agitazione l’uomo ha danneggiato, con ripetute pugnalate, la borsa di proprietà del ragazzino. I due ragazzi e la madre 49enne hanno formalizzato denuncia per maltrattamenti in famiglia riferendo di numerosi episodi violenti, scaturiti da futili motivi, di cui l’uomo è stato proratogonista, soprattutto nell’ultimo anno. Lanci di oggetti come stoviglie e coltelli. I tre hanno anche raccontato un episodio di tentato investimento, mai denunciato in precedenza.

I militari dell’Arma, nel corso di sopralluogo all’interno del bar, hanno sequestrato un coltello da cucina della lunghezza di cm 30 di cui cm 15 circa di lama nonché uno zaino con evidenti segni di tagli da coltello.

L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale S. Maria C.V.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest